CANEDICODA

Mitologia privata

SOUND PERFORMANCE



La narrativa del suono: scoprire una forma, prendere forma, dare forma, essere forma. Nel momento stesso in cui generiamo un pensiero. Mitologia privata è in qualche modo una raccolta di passi, di pensieri sonori, lenti, tutt'altro che astratti. C'è da sedersi, stendersi dove possibile e guardare il sonoro. Per un frammento di tempo, una breve immersione, una sequenza. Si tratta di un intreccio di suoni concreti, quasi tattili, amalgamati da un'idea di tempo elastico ed espansivo. Esiste una musica per respirare?





Canedicoda (Treviso,1979) è un artista multidisciplinare basato a Milano attivo nell’ambito performativo, del design, della moda e della musica (con l’alias di Ottaven). Ha sviluppato un universo autoriale ricco, cangiante ma sempre immediatamente riconoscibile. Figura di snodo nel passaggio e la circuitazione in Italia di molteplici correnti di ricerche artistiche, stilistiche e musicali innovative e minoritarie, ha al suo attivo una vasta storia di collaborazioni con etichette produttive, spazi no profit, collettivi e singoli artisti italiani e stranieri. Dal 2003 con lo pseudonimo di Canedicoda ha condotto una personale ricerca di linguaggio, stile e metodo, creando l'omonima label produttiva. Ha collaborato stabilmente con Xing (Netmage Festival, Live Arts Week, Raum), Le Dictateur, Plusdesign Gallery, C2C, Nero, Fondazione Bonotto, Marsèlleria/Marsèll, Viafarini, Istituto Svizzero e svariate situazioni indipendenti e istituzionali. A Milano ha aperto l’atelier d’artista/concept store Gabbianacci (2012>14), seguìto da una serie di shot-stores (ateliers temporanei), pratica tutt’ora attiva. Nel 2018 ha dato vita insieme a Valentina Lucchetti a Edizioni Brigantino, un progetto di design, arte e curatela. Il suo lavoro è stato presentato in centri e festival d'arte contemporanea In Italia e all’estero tra cui Museion Bolzano, Palazzo delle Esposizioni Roma, Triennale Milano, Centro Pecci Prato, M HKA Antwerp, MAXXI L’Aquila, Manifattura Tabacchi Firenze, Far Festival Nyon. Molte le collaborazioni artistiche consolidate: Matteo Castro, Luca Trevisani, Cesare Pietroiusti, Luigi Presicce, Roberta Mosca, Kinkaleri, Alessandro Bosetti, Annamaria Ajmone, Cristina Kristal Rizzo, Carlos Casas, Jung an Tagen, Dennis Tyfus, Renato Grieco, Giovanni Morbin. Tra i progetti live, oltre i concerti in solo con l’alias di Ottaven (field recordings/sperimentale) e in duo come Primorje con Matteo Castro (concrete/tape-loop music), si distinguono le 100 performance ad personam di Adagio con Buccia (2015-16), appuntamenti di (co)progettazione e assemblaggio di tessuti intorno a corpi pensanti, e Musica per un giorno (2016>2039) con la danzatrice Roberta Mosca, una lunga performance della durata di 24 ore a cadenza annuale per 24 anni. Ha pubblicato il libro-diario-inventario Adagio con Buccia (NERO, 2018), lo sketch-book 80H - eighty imaginary houses i’ll build for you (bruno, 2016), e varie edizioni audio su Second Sleep, Holiday Records, Le Dictateur e Xing - Xong collection. Ha insegnato Prototipia accessori moda e Textile design alla NABA Nuova Accademia di Belle Arti Milano (docenza tuttora in corso), e Scienze e tecniche dei materiali alla Libera Università di Bolzano.


canedicoda.com/
edizionibrigantino.com/
ottaven.bandcamp.com