SIMON VINCENZI


Simon Vincenzi è regista teatrale, coreografo e designer basato a Londra. Le sue produzioni interdisciplinari si sviluppano preferibilmente attraverso lunghi processi articolati in performance, installazioni, video e pagine web, interconnessi tra loro. Tramite queste manifestazioni, che spesso agiscono nell'inconscio, Vincenzi accompagna lo spettatore in un paesaggio incerto e sconosciuto.
Con la compagnia Bock & Vincenzi ha presentato invisible dances… from afar: A show that will never be shown (2003), opera realizzata per essere fruita unicamente al telefono [1], e The Invisible Dances (2004-2006), opera teatrale in tre atti presentata per tre anni consecutivi al Royal Opera House Clore Theatre, alla Biennale di Venezia, al Nott Dance International Festival, al Kunstenfestivaldesarts e al Laban Theatre di Londra [2] [3] . In seguito ha dato vita al progetto pluriennale Operation Infinity, coinvolgendo la compagnia teatrale Troupe Mabuse. Questo complesso lavoro interdisciplinare costituito da performance, installazioni e video include The Infinite Pleasures of The Great Unknown; Club Extinction; Luxuriant: In The Reign Of Anticipation e King Real Against The Guidelines. La documentazione dal vivo del progetto è tuttora in vita sotto il nome di A Fugue State of Theatre Hosted On The Internet, on-line su www.operationinfinity.org. Nel 2019 ha dato l'avvio al progetto di live broadcast FROM THE DEAD AIR ORGY (prima serie: The Song of Silenus a Live Arts Week a Bologna [4] [5] ; seconda serie: On The Nature of Things a BAD HOUSE Festival a Helsinki [6] [7] ). Attualmente lavora al progetto The Exquisite Corpse (2020-22).


Collaborations: CONDYLURA05 (2022) - supported by Xing
Website: www.simonvincenzi.com
CART        MAIL       NEWSLETTER       IG
CART        MAIL       NEWSLETTER       IG