JACOPO BENASSI
w Michele Lombardelli

Musica Analfabeta

PERFORMANCE




Musica Analfabeta è una performance, un’azione programmatica che prosegue la sperimentazione nel performativo a cui negli ultimi due anni Jacopo Benassi ha esposto la propria pratica fotografica, creando situazioni di suono e live shooting, incentrate su un gesto di auto-ostensione. Musica Analfabeta nasce proprio dall’urgenza di sondare ancora di più la realtà del pubblico, fulminarne la presenza, per esporsi ad essa. Una tempesta di flash e suoni, scagliata dalla tromba di Benassi e orchestrata con il coinvolgimento del sound-maker Michele Lombardelli.







Jacopo Benassi, fotografo e artista, vive e lavora a La Spezia. Negli anni sviluppa uno stile personale, dove la profondità di campo viene annullata e la luce del flash diviene una firma, un limite stilistico che Benassi si autoimpone per arrivare ad una fotografia cruda e priva di mediazioni. I soggetti fotografati sono i più disparati, un’umanità varia che si muove dalla cultura underground e musicale internazionale - a partire dall’esperienza del club B-Tomic, gestito dallo stesso fotografo assieme ad alcuni amici - ai ritratti di modelle, attrici, artisti, stilisti pubblicati in alcune delle più importanti riviste italiane, fino all’indagine sul corpo, spaziando dall'autoritratto, alla documentazione di incontri sessuali, alla statuaria antica. Benassi è occasionalmente anche performer e musicista. La sperimentazione sulla performance si lega sempre alla musica e viene mediata dall’immagine fotografica, soggetto e oggetto della sua ricerca. Recenti mostre personali: MATRICE (2022) alla Fondazione Carispezia a La Spezia; PAST (2021) alla Galleria Francesca Minini di Milano; Vuoto (2020) al Centro Pecci Prato; CRACK (2019) doppia mostra a CAMERA Torino e al Festival Fotografia Europea di Reggio Emilia; Bologna Portraits (2019) a Palazzo Bentivoglio a Bologna. Ha collaborato con registi e scrittori come Paolo Sorrentino, Daniele Ciprì, Asia Argento e Maurizio Maggiani, e con il creative director Federico Pepe. Nel 2011 ha aperto la Talkinass - Paper and Records e prodotto magazine e CD live di artisti della scena underground. Attivo nell'auto-editoria ha realizzato proprie pubblicazioni a tiratura limitata e un magazine prodotto in tempo reale al Palais de Tokyo di Parigi. Ha preso parte ad eventi tra cui No Soul for Sale (2010) alla Tate Modern di Londra, curato da Maurizio Cattelan e Massimiliano Gioni. Ultimamente Benassi si è orientato alla creazione di dispositivi di performance e fotografia basati sulla pratica del 'Live Shooting' dando vita ai soli UNISEX (2022) per Oplà. Performing activities, Hunt me down (2021) per Live Arts Week X, e alle collaborazioni con alcuni dei protagonisti della scena performativa, visiva e musicale italiana: con Lady Maru per Brutal Casual (2020), Kinkaleri per No Title Yet (2017) e ONCE MORE (2020), e con Sissi per Rollers (2019). La 1861 United Agency ha pubblicato una monumentale monografia di Benassi: The Ecology of Image (2009). Ha inoltre pubblicato i libri fotografici FAGS (NERO, 2020), Dying in Venice (bruno, 2015), Bologna Portraits (Damiani, 2019), Mis Q Lee (Quinlan, 2018), Gli aspetti irrilevanti (Mondadori, 2016) con Paolo Sorrentino. Ha realizzato i dischi ONCE MORE con Kinkaleri (Xong collection, Xing, 2021), e Benassi plays Benassi (2019), auto-documentazione sonora e fotografica del suo corpo, con remix di Khan of Finland e Jochen Arbeit. Ha collaborato con numerose riviste in Italia e all’estero: Rolling Stone, GQ, Wired italia, Wired U.S.A, Riders, 11 Freunde, e Crush Fanzine, Dapper Dan, Vice, Almaviva/Le Figaro, Gioia, Purple fr.

Michele Lombardelli (Cremona, 1968) è un artista eclettico, musicista, collezionista ed editore. Tra le mostre, si ricordano le personali: Spazio Kappanoun, Bologna, A+B Gallery, Brescia; Arrivada, Milano; La Rada, Locarno; Sala delle Colonne, Corbetta MI; MOT International, Londra; AMT, Milano; Bonelli Contemporary, Los Angeles; A+M bookstore, Milano; Museo Arte Contemporanea, Lissone. Hanno inoltre ospitato il suo lavoro: MA*GA di Gallarate; Assab One, Milano; CeSAC, Caraglio; Chateau de Chillon, Montreaux; La Triennale, Milano. Suoi libri d’artista sono stati esposti in istituzioni quali la Galleria Nazionale d'Arte Moderna, Roma; Casa del Mantegna, Mantova; Musée Cantonal Des Beaux Arts, Lausanne; Museo MA*GA, Gallarate; La Triennale, Milano. Tra le pubblicazioni: Echo Park Comfort Inn, A+M bookstore, Milano 2003; Los Angeles 1989/Tokyo 1991, Humboldt Books, Milano 2017 e California, Humboldt Books, Milano 2020, segnalato da Rolling Stone tra i migliori sette libri fotografici dell’anno.