MAGDA DRODZ
SOFTNESS
MYALO
C_

SLEEPING CONCERT





L’evento conclusivo di QUITE QUEIT: uno sleeping concert, da mezzanotte all’alba. Un viaggio che si dispiega nel tempo di una notte, vagando tra gli incantati paesaggi sonori di Magda Drodz e il flauto ambient di Softness (Sofie Conus), guidati tra i glitch di Myalo (Patrick Goldhorn) fino ai paesaggi organici di C_ (Carlo Fochetti)








Magda Drodz è un'artista e musicista con sede a Zurigo. La sua pratica spazia dalla musica alla sound art e alla composizione. Il suo approccio alla musica è sperimentale e di frontiera. Utilizzando una vasta gamma di influenze e tecniche, crea paesaggi sonori distintivi e incantati, combinando un approccio elettroacustico alle registrazioni sul campo con droni di violino, passaggi orchestrali, melodie corali, voci fragili, rumori e strumentazioni varie che si addentrano in percezioni intuitive e speculative del mondo attraverso il suono. Le sue uscite su etichette stimate come Präsens Editionen e Hallow Ground hanno ricevuto il riconoscimento dei fan e di note riviste e blog come The Wire, Spex, Self-titled Magazine, Fact Mag e Boomkat. Magda ha portato in tournée la sua musica in tutta Europa, mostrando inoltre le sue accattivanti creazioni sonore e lavorando costantemente a installazioni e progetti sonori in Svizzera e in Europa presso istituzioni come Oto Sound Museum, Shedhalle Zürich, Museo Montagna Torino, Schauspielhaus Zürich. Oltre al suo lavoro da solista, compone anche per il cinema, il video, l'arte, il teatro e la radio, collaborando anche con artisti come Yana Ross, Ernestya Orlowska, Veronika Spierenburg o Katja Brunner. Fa inoltre parte dell'associazione Initiative Freie Musikszene Zürich e gestisce al suo interno il programma di residenza Studio Z4.





Softness (Sophie Conus), è un'artista visiva, compositrice e DJ con sede tra Losanna e Ginevra. Con il desiderio di comprendere il suono e di coglierlo alla sua fonte, compone i suoi spettacoli dal vivo a partire da proprie registrazioni e e ispirazioni musicali: Drone, Post-club e Trance. Queste diverse tessiture sonore vengono poi rielaborate e spazializzate per creare ambienti che trasportano attraverso atmosfere diverse che si intensificano nel tempo. Più recentemente, ha aggiunto flauto e voce, talvolta modulati su pedali per effetti.
 





Myalo (Patrick Goldhorn) mira a esplorare i diversi aspetti di ciò che chiamiamo mente/anima attraverso i suoi esperimenti musicali. Guidato da suoni quotidiani, malfunzionamenti dei media e composizioni casuali, il suono di Myalo spazia da opere ambient introspettive punteggiate da trame frammentate a brani lenti e a basso ritmo e a nitidi glitch digitali. Per esplorare ulteriormente la mente, Myalo ha fondato MNEMOSYNE, un'etichetta e una serie di mix di "collage sonori" guidati dalla memoria, in cui gli artisti possono descrivere musicalmente se stessi con tutti i tipi di dati e influenze sonore.






C_ (Carlo Fochetti), fotografo e artista, vive e lavora a La Spezia. Negli anni sviluppa uno stile personale, dove la profondità di campo viene annullata e la luce del flash diviene una firma, un limite stilistico che Benassi si autoimpone per arrivare ad una fotografia cruda e priva di mediazioni. I soggetti fotografati sono i più disparati, un’umanità varia che si muove dalla cultura underground e musicale internazionale - a partire dall’esperienza del club B-Tomic, gestito dallo stesso fotografo assieme ad alcuni amici - ai ritratti di modelle, attrici, artisti, stilisti pubblicati in alcune delle più